materiale prodotto

Legàmi (CD, 2005)
- Presentazione

Il bastimento parte (CD, 1996)

Legàmi
Sandra Boninelli - CD, 2005

Se Sandra Boninelli è capace di cantare i canti della sua città e non solo quelli ma tanti altri della tradizione orale delle valli del nord come se fossero canzoni di oggi, ma non solamente nella forma rigorosissima all'originale, bensì con uno spirito del tutto attuale, un amore che traspare da ogni nota, questo è dovuto al fatto che fin da giovanissima ha frequentato grandi ricercatori, personalità che hanno animato mezzo secolo di ricerca in Italia come Franco Coggiola, Roberto Leydi, Cesare Bermani, Gianni Bosio e tutto il mondo della ricerca e della riproposta, con ampi squarci di invenzione, attivamente collabora ed è parte integrante del Nuovo Canzoniere Italiano, unendo questa frequentazione con una grande musicalità ed intelligenza, Sandra è riuscita a realizzare un bellissimo disco.
Non saprei dire quali sono i canti inventati suoi o di Mimmo, suo fratello (anch’esso presente in alcune esecuzioni del disco), con tanta musicalità autentica, che li possiamo scambiare a volte per canti locali, e quali siano invece i canti della tradizione. Ma la tradizione si forma così: qualcuno li inventa questi canti, un bel giorno che si sentiva in vena. E proprio questo è ciò che trasmette il disco, il sentirsi in vena; questa spontaneità molto nostra, per cui, attraverso il canto, si racconta, si esprime, si danno emozioni.
Chi sono Sandra e Mimmo Boninelli? Così coerenti al loro amore per il canto di tradizione orale e, allo stesso tempo, aperti e pronti a recepire ogni spinta che ci viene dall'esterno? Tanto da voler distribuire a tutti le loro emozioni così speciali, intense e allo stesso tempo emozioni che sono e dovrebbero essere di tutti noi? Sono due magnifici cantastorie, certamente due voci importanti della nostra epoca. Non mancano in questo godibilissimo disco gli stornelli satirici del ventennio, i lamenti sul lavoro, i canti di oggi.
Dobbiamo solo ringraziare Sandra per questa testimonianza continua, seria e giocosa ad un tempo, per questa voce rigorosa, precisa, fedele al melisma contadino, all'estetica del cantastorie senza forzatura, e piena di vita. Tutti elementi che si trasferiscono quasi automaticamente nella composizione.
Un disco che non doveva mancare nel panorama della migliore discografia odierna, e di cui siamo loro veramente grati.

Giovanna Marini

Monteporzio Catone, 1 giugno 2005

 

 

&1 lab comunicazione visivaPrivacy policy - Cookie policy

 
fonti orali materiale prodotto biografia contatti proposte spettacoli immagini download notizie spettacoli dedicato a Caterina Bueno spettacoli